logo_menegatti_M_LAB

Eudemonìa s. f. [dal gr. εὐδαιμονία, der. di εὐδαίμων «felice», comp. di εὖ«bene1» e δαίμων «demone; sorte»]. – Nel linguaggio filosofico, la felicità intesa come scopo fondamentale della vita (secondo la dottrina dell’eudemonismo)

MenegattiLab, nasce infatti dalla convinzione che la casa sia e debba essere la rappresentazione del proprio “IO” oltre che a luogo che dà riparo e fa stare bene. Siamo un laboratorio basato su:

ANALISI della persona con cui entriamo in contatto e dei suoi bisogni, per realizzare il luogo ove possa “stare bene” e che sia in grado realmente di rappresentare il suo io.
RICERCA fatta di viaggi, visite periodiche ai nostri partner, partecipazione a fiere di settore per un costante aggiornamento
CONFRONTO tra tutti i membri che compongono MenegattiLab, perché ogni componente del nostro team, rappresenta un valore aggiunto che poi viene trasferito nel progetto.
RELAZIONI con chi condivide la nostra visione, per costruire rapporti di co-marketing oppure condividere progetti.
COMUNICAZIONE perché nell’era del “sempre connessi” non si può sprecare la possibilità di raccontare chi siamo e cosa facciamo e per questo sfruttiamo le nuove possibilità della comunicazione via web.

STORIA

1948
Mario Nello Menegatti dopo un’esperienza di lavoro in Brianza presso maestri falegnami, dove, tra le altre cose, impara anche a laccare i mobili, torna a casa e “costruisce” la sua falegnameria nelle campagne di Ro: un capanno 6×6 fatta di legno e canna palustre.
1966
Nello realizza i suoi primi mobili su misura ed inizia l’attività di commercio nell’area di Ro.
1991
La gestione dell’azienda passa al figlio Rino Enrico ed alla moglie Elena Rossini e l’attività si sposta dal centro di Ro nell’attuale sede in via Po.
2007
Marco, figlio di Enrico e quindi terza generazione, affianca il padre nella conduzione dell’attività di famiglia.
2009
Inizia un percorso di evoluzione, dell’area espositiva, iniziando con l’area delle cucine e quella dedicata ai ragazzi. Il cambio non è soltanto di tipo esteriore ma riguarda anche l’approccio al cliente ed al mercato. Si inizia a dedicare molto più spazio al singolo modello, al fine di poter esprimere al meglio le potenzialità ad esso collegate. Si inizia a lavorare per sottrazione, al fine di essere più chiari nella proposta e più incisivi.
2010
Viene rifatta completamente la zona giorno con gli stessi criteri che, un anno prima, avevano guidato le scelte per le cucine ed i ragazzi. Si inizia a proporre un concetto di arredamento che vada oltre al “mobile” ed includa anche accessori quali tappeti ed illuminazione.
2011
Il concetto di casa viene completato con l’introduzione, nella proposta del Menegatti Lab, dei bagni e dei materiali d’arredo: resine, pavimenti in legno e ceramica, termoarredo, sistemi doccia ed idromassaggio. Esce il numero 0 di “mome”, la rivista del Menegatti Lab che, come dice la copertina, è dedicata a design, tendenze, arredamento e stili di vita. Inizia la collaborazione con Moroso.
2012
L’inizio dell’anno vede la luce del nuovo logo e della nuova immagine coordinata. Viene completamente rinnovata la zona notte e implementati i materiali, grazie ai quali aumenta la dinamicità dello showroom che non è più cosa im-mobile ma soggetto a periodiche evoluzioni e cambiamenti.
Inizia la collaborazione con Poliform.
2013
É storia recente ma già carica di contenuti. L’inizio dell’anno è caratterizzato da una nuova area, all’interno dello showroom, denominata cucinaviva dove è presente un sistema di cucine Varenna-Poliform funzionanti ed attive e che sarà luogo di incontro, dibattito, formazione, divulgazione ecc ecc. Un luogo polivalente che consolida il rapporto con l’importante realtà brianzola del mobile ed esprime l’ alta potenzialità progettuale e creativa del Menegatti Lab.

2014
Nasce dopo diversi anni di ricerca una linea di superfici in legno. Utilizzate per rendere ogni progetto unico diventano a tutti gli effett il “marchio” di riconoscimento del Menegattilab. L’annata è anche costellata di numerosi eventi in CucinaViva: corsi di cucina, incontri sull’arte, serate a tema riempiono il calendario di eventi del MenegattiLab.

2015
E’ l’anno “del ferro”. Questo materiale, studiato per diventare elemento che da leggerezza ai progetti, diventa il nuovo protagonista delle strutture nei progetti: pannellature verticali, muri divisori, strutture degli armadi, corpi illuminanti, fino ad arrivare ad elementi come i tavoli. Il legame con i legni di catasta diventa costante. Una materia bilancia l’altra.

2016
Una nuova sfida ha inizio: il negozio comincia la sua trasformazione in laboratorio: per andare incontro alle esigenze della clientela si riceve su appuntamento. Una parte di esposizione viene trasformata in area di laboratorio in cui gli elementi in legno ed in ferro vengono finiti con prodotti naturali.

2017
Nel primo semestre di quest’anno si conclude la trasformazione in laboratorio. Viene ampliata la parte dedicata alle finiture dei materiali. Si riceve sempre su appuntamento.